sabato, 17 novembre 2018
Homepage / News / Arriva il cuscino “Tata”: rileverà i bambini abbandonati in auto
Cuscino Tata: bambino che dorme serenamente

Arriva il cuscino “Tata”: rileverà i bambini abbandonati in auto

Dal primo luglio 2019 sarà obbligatorio utilizzare nelle auto dispositivi di allarme anti-abbandono, come previsto dalla legge approvata il 25 settembre 2018 ed entrata in vigore il 12 ottobre 2018.

Negli ultimi giorni sono arrivate delle novità per facilitare l’installazione del dispositivo d’allarme senza il bisogno di cambiare il seggiolino.

Logo della startup Filo

Una start-up italiana, di nome Filo, formata da quattro ragazzi, ha progettato un dispositivo di nome “Tata” che rileverà la presenza del bambino segnalandola ai genitori, così come richiesto dalla legge anti-abbandono.

Tale dispositivo assomiglia ad un cuscino e basterà appoggiarlo sulla seduta del seggiolino.

Non è finita qui, perché sono altri i vantaggi di “Tata”, che è stato presentato al Maker Faire, la fiera degli artigiani digitali organizzata dalla Camera di Commercio di Roma (che si è svolta dal 12 al 14 ottobre 2018).

Infatti, a differenza di molti altri dispositivi per seggiolini presenti sul mercato, Tata non rileva il peso del bambino seduto sul seggiolino, ma la sua conduttività elettrica.

Questa particolarità è utile per evitare allarmi inutili se, ad esempio, sul seggiolino è stata temporaneamente appoggiata una borsa o una busta della spesa.

Il dispositivo “Tata” avverte uno dei genitori della presenza del bambino ancora in macchina attraverso lo smartphone.

Nel caso in cui il cellulare fosse spento o dimenticato nella vettura oppure l’avviso venisse ignorato per altre ragioni, il dispositivo anti-abbandono invierà lo stesso messaggio – comprensivo della posizione GPS del veicolo – a cinque contatti di emergenza, familiari o amici, impostati in precedenza.

Cuscino Tata collegato allo smartphone

Tutto questo dopo solo un minuto dal primo avviso ignorato dal conducente del veicolo.

Insomma lo scopo di “Tata” è proprio quella di ridurre al minimo il rischio dell’abbandono dei bambini in macchina, proprio come indicato dalla nuova legge.

Tra le sue caratteristiche troviamo l’assenza di una scheda SIM. Quindi non ci sarà bisogno di alcuna scheda SIM perché, in caso di pericolo, SMS e chiamate di emergenza saranno eseguite da un “centralino virtuale” e non dal dispositivo.

Inoltre Tata avrà una batteria durevole e sostituibile: infatti il dispositivo utilizza due comuni pile stilo AA e dopo circa 1 anno saranno semplicemente da sostituire.

La commercializzazione del cuscino Tata è prevista per dicembre, essendo i suoi ideatori in attesa dei requisti tecnico-costruttivi ufficiali emanati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Con un costo di circa 70 euro (ancora da confermare), il dispositivo anti-abbandono Tata aiuterà i genitori ad essere più tranquilli, a rispettare la nuova legge anti-abbandono ed a contenere le spese evitando di acquistare un nuovo seggiolino con allarme anti-abbandono integrato.

In questo caso basterà un cuscino, “Tata”.

Hai qualche dubbio? Fai una domanda oppure lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *